UN ETE' ITALIEN

Un progetto espositivo di Andrea Aversa (cliquez ici pour la version francaise)

In che modo la memoria collettiva si forma, trasforma, ridefinisce il passato per offrire alle nuove generazioni uno sguardo diverso e perfino una nuova versione della nostra storia? Partendo da una visione del quotidiano come stratificazione di simboli, oggetti e luoghi, nelle sue opere Aversa costruisce delle 'messe in scena' che considerano la cultura pop contemporanea come un grande contenitore dove passato e presente sono costantemente intrecciati. Il suo lavoro unisce spesso materiali d'archivio e materiali di finzione, e costruisce dei dispositivi di lettura della storia verosimili ma discutibili rispetto alla versione ufficiale. Negli ultimi anni la ricerca dell'artista si e' rivolta all'analisi della costruzione del potere fascista attraverso l'uso dei media e dell'architettura. Il progetto si articola attraverso due fasi produttive distinte: la prima inerente alla ricerca plastica dell'artista, costituita da installazioni, sculture, disegni e fotografie. La seconda condotta insieme al pubblico attraverso un ciclo di laboratori e incontri: la ricostruzione della palestra privata del Duce al Foro Italico attraverso i disegni dei bambini, lo svolgimento di classi di ginnastica dolce per anziani, un laboratorio di orticultura che evoca il periodo autarchico...
Con il progetto 'Ete' Italien', Aversa coinvolge il proprio pubblico nel processo di costruzione di nuove memorie collettive, che servano non solo da strumento critico per la lettura del passato ma anche come strumenti di appropriazione culturale del nostro spazio e del nostro sapere comune. La timeline proposta qui sotto non vuole avere la presunzione di essere esaustiva, ne' esemplificativa. E' un elenco di date, luoghi, simboli del Ventennio in cui Aversa si e' imbattuto durante le sue ricerche o verso cui si e' semplicemente sentito attratto per curiosita' o vicende autobiografiche; questi elementi trovano -talvolta con ironia- il proprio corrispettivo nell'impianto espositivo qui proposto dall'artista.

Benedetta Di Loreto


1942

1939

1939-1938

1937

1936

1936

1935

1935

1934

1926